fbpx

Confronta Immobili

Confronta
You can only compare 4 properties, any new property added will replace the first one from the comparison.

Blog

vendere immobile ereditato - differenze accettazione tacita eredità e dichiarazione successione pisa due esse immobiliare

Vendere una casa o un immobile ereditato – Differenze accettazione tacita di eredità e Dichiarazione di Successione

Se stai leggendo questo articolo è perché potenzialmente hai una vendita immobile ricevuto in successione e vuoi evitare i rischi acquisto immobile ereditato.

Questo articolo è stato scritto da Nico Tedeschi per Due Esse, Agenzia Immobiliare di Pisa e grazie alla collaborazione con il Notaio Beatrice Tortorella – Studio Notai Associati Pisa dove cercheremo, in questo breve articolo, di spiegare come funziona realmente la vendita di un immobile ricevuto per eredità.

Vendita immobile ereditato accettazione eredità.

Molte volte mi capita di incontrare diversi Clienti che non conoscono, ovviamente, l’accettazione tacita di eredità e si trovano sorpresi a dover pagare un atto che pensavano di aver già fatto in precedenza al momento della Successione.

Chiunque ricevi in eredità un bene immobile e desidera venderlo dovrà per forza trascrivere l’accettazione tacita dell’eredità, salvo che non abbia già accettato espressamente l’eredità prima.

Spesso si confonde la dichiarazione di successione (e nell’eventualità la sua relativa trascrizione di tale dichiarazione) con l’accettazione tacita di eredità, pensando che entrambe siano al stessa cosa.

In realtà la dichiarazione di successione ha una valenza unicamente fiscale, mentre l’accettazione tacita di eredità ha un effetto civilistico che è ciò che interessa nel caso appunto di un trasferimento di un bene ereditato.

 

Dichiarazione di successione ha una valenza unicamente fiscale

L’accettazione tacita di eredità ha un effetto civilistico

 

Il semplice disporre del bene immobile in seguito alla successione non garantisce, ad un eventuale futuro acquirente, che il venditore sia realmente l’erede ma bensì possa essere solo un erede detto apparente.
Se cosi fosse chi acquista potrebbe subire un’azione da parte del vero edere ed essere tenuto a restituire il bene.

E’ il Notaio che esegue la trascrizione dell’accettazione tacita di eredità, al quale deve essere consegnato solo il certificato di morte del defunto.

I costi variano da professionista a professionista, restano invece invariati gli oneri fiscali per la conservatoria dei registri immobiliari:

Eeuro 200,00 di imposta ipotecaria.

Euro 59,00 di imposta di bollo.

Euro 35,00 di tassa ipotecaria.

 

– Articolo scritto da Nico Tedeschi in collaborazione con il Notaio Beatrice Tortorella – Studio Notai Associati Pisa