FAQ

Comprare una casa è una delle decisioni più importanti ed il primo passo della propria vita ma ciò nonstante si commettono con molta frequenza gli stessi errori.

Dopo anni di crisi, finalmente il mercato immobiliare sta riprendendo fiato. Gli ultimi dati parlano infatti di una ripresa delle compravendite e anche le banche hanno ricominciato ad erogaremutui a tassi ai minimi storici. Adesso è proprio il momento giusto per avventurarsi nell'acquisto di una casa, travando diverse soluzioni a buon prezzo.

Immaginate di trovare la casa dei vostri sogni e al momento dell'atto accorgersi che quella che voi avete visto essere una cucina formalmente risulta cabina armadi, oppure che in realtà il venditore è un altro rispetto a chi avete conosciuto e dunque per questi problemi nonchè errori risulta invendibile e il mutuo non erogabile. E cosa resta se non tempo perso, dispiaceri, e una causa civile della durata minima di 10 anni

Essendo il risultato di un grande sforzo economico ed uno dei principali investimenti è bene non vanificare i sacrifici e prestare più attenzione per non ripetere i classici errori, affidandosi alle persone giuste.

Atto di provenienza
Documento mediante il quale l'acquirente è diventato proprietario dell'immobile e può essere: un atto di compravendita, una dichiarazione di successione, una donazione, una sentenza di usucapione. Richiedilo ora!

Conformità Urbanistica e catastale
Dal punto di vista urbanistico e catastale è necessario verificare che l'immobile, così com'è, sia conforme all'ultimo titolo abilitativo presentato in Comune e che la planimetria catastale risponda allo stato di fatto dell'immobile.

E' bene disporre almeno della planimetria e della visura catastale.

Dovranno essere presentate Attestazioni di Conformità, qualora l'immobile lo richieda. In presenza di difformità, tra stato di fatto e ultimo titolo abilitativo, è fatto obbligo per il venditore, regolarizzarle prima dell'atto di compravendita.

Se non esiste questa conformità, l'atto di vendita non può essere stipulato. Richiedilo ora!

Visura ipotecaria
Onde evitare che vi siano a carico del bene immobile posto in vendita ipoteche, pignoramenti, pesi, servitù o altri vincoli pregiudizievoli si deve fare l'accertamento in Conservatoria dei Registri Immobiliari. Richiedilo ora!

Attestato di Prestazione Energetica
L'APE (attestazione di prestazione energetica) contiene la targa energetica che sintetizza le caratteristiche energetiche dell'immobile. In pratica serve a definire quanto consuma l'immobile in termini energetici. E' obbligatorio in caso di qualsiasi trasazione immobile (vendita - locazione), la mancata presentazione è causa di nullità del contratto. (Vedi l'approfondimento Attestato di Prestazione Energetica). Richiedilo ora!

Conformità degli impianti
La dichiarazione di conformità di un impianto è il documento, rilasciato dal tecnico installatore dello stesso, con il quale si attesta la sua conformità alle norme vigenti e alle specifiche tecniche richieste. In base alla legge 37/08 tutti gli impianti realizzati dopo il 27 marzo 2008 devono esserne dotati.

Per gli impianti eseguiti prima di tale data, essa può essere sostituita da una certificazione di rispondenza.

Non esiste un vero e proprio obbligo di allegare tale certificazione al rogito. Richiedilo ora!

Grazie alla nostra convenzione è possibile richiedere tutti questi accertamenti, oppure anche il singolo, ad un prezzo vantaggioso.

APE
L'Ape (attestazione di prestazione energetica) contiene la targa energetica che sintetizza le caratteristiche energetiche dell'immobile. In pratica serve a definire quanto consuma l'immobile in termini energetici.

Chi rilascia il documento?
Il tecnico abilitato, in seguito ad un sopralluogo, analizza le caratteristiche termo igrometriche, i consumi, la produzione di acqua calda, il raffrescamento e il riscaldamento degli ambienti, il tipo di impianto, eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile. Usufruisci delle nostre convenzioni e risparmia!

Quando è necessario?
Nel caso si debba vendere la propria abitazione o stipulare un nuovo contratto di locazione i relativi annunci commerciali tramite tutti i mezzi di comunicazione devono riportare l'Ape dell'unità immobiliare. Al momento della trattativa, sia di compravendita che di locazione, il proprietario deve rendere disponibile al cliente l'Attestato e nel caso di conclusione del contratto, dovrà essere consegnato.

Non hai l'Ape?
la mancanza dell'attestato di prestazione energetica il contratto oggetto della transazione immobiliare (sia per la locazione che per la vendita) è nullo. Allo stesso modo un immobile pubblicizzato senza l'Ape sarà motivo di sanzione.
Per questi motivi la Nostra Agenzia non pubblicizzerà immobili senza Ape

Chiedi l'Ape!
Grazie alle Nostre convenzioni stipulate con dei tecnici della zona selezionati, potrete avere l'Ape ad un prezzo vantaggioso.
In più, nel caso di un incarico in Esclusiva tramite la nostra Agenzia, l'Ape lo rimborsiamo noi al 100%

Grazie alla legge 9 dicembre 1998, n. 431, che ha abolito "equo canone"), oggi è possibile scegliere il canone di locazione. Le tipologie di contratti variano in base alle esigenze:

Contratto a canone libero:
Il cosiddetto contratto 4+4 che prevede che il Locatore (proprietario di casa) possa decidere il canone liberamente e volendo tenere conto delle condizioni soggettive del conduttore (inquilino).
La durata è di quattro anni con possibilità di rinnovo per altri quattro anni.
In sintesi:
Durata: 4+4, Canone: lib

Contratto a canone concordato:
Uso abitativo, per studenti universitari e transitorio per esigenze lavorative
Per venire in contro alle esigenze degli inquilini e dei proprietari, dopo l'equo canone, è entrato il canone concordato che prevede vantaggi per l'inquilino:

  • il prezzo del canone è più basso di quelli di mercato
  • durata di tre anni più due

E vantaggi per il proprietario:

  • l'imponibile irpef (la parte del canone è del 66,5%, anziché l'85% ordinario, nel caso in cui non si scelga la cedolare secca
  • l'imposta di registrazione è dell'1,4% annuo sul valore del canone, anziché del 2%
  • opzione della cedolare secca: l'aliquota unica è ridotta dal 21% al 15%, ridotta al 10% per il quadriennio 2014-2017

l canone sarà stabilito da accordi territoriali stipulati tra le organizzazioni degli inquilini e quelle dei proprietari.
L'Agenzia Due Esse Immobiliare offre tra i suoi molteplici servizi anche il calcolo del canone concordato

Uso abitativo

  • durata contratto: 3 anni + 2 anni
  • entità del canone: concertato "più basso rispetto al mercato"
  • agevolazioni fiscali: per il proprietario ma anche per gli inquilini in base alle fasce di reddito

Uso transitorio

  • durata: minimo 1 mese, massimo 18 mesi non rinnovabili
  • canone: concertato "più basso rispetto al mercato"
  • agevolazioni fiscali: nessuna

Uso studenti universitari

  • durata: minimo 6 mesi, massimo 36 mesi
  • canone: concertato "più basso rispetto al mercato"
  • agevolazioni fiscali per il proprietario

Hai ulteriori domande da farci?

L'esperto risponde